da sinistra Stefano Carbonara - Foto Paola Calabretto
da sinistra Stefano Carbonara – Foto Paola Calabretto

Lunedì, ore 13:00

L’intervento del professor Stefano Carbonara

Firma accordo sul nuovo ospedale Fasano-Monopoli

La costruzione del nuovo ospedale Fasano-Monopoli non sembra più soltanto un miraggio.

Come annunciatovi qualche giorno fa, domani avverrà la firma dell’Accordo di Programma Quadro presso il CIPE, con la quale si sbloccheranno le risorse economiche necessarie alla realizzazione dell’eccellenza ospedaliera.

Ad intervenire sulla vicenda per chiarire meglio la situazione è il professor Stefano Carbonara che, in una nota, ci aggiorna dettagliatamente sullo stato dei fatti.

LA NOTA DI CARBONARA

Martedì 11 marzo 2014, a Roma, presso il CIPE (Comitato Ministeriale Programmazione Economica) sarà firmato l’Accordo di Programma Quadro che consente alla Regione Puglia di sbloccare 325 milioni di euro provenienti dal Fondo di Sviluppo e Coesione 2007-2013 per la costruzione dei nuovi ospedali di Monopoli e di Taranto.
L’Ospedale di Monopoli sarà localizzato nella contrada S. Antonio d’Ascula, a monte della Statale 16 quasi a confine con Fasano, su una superficie di circa 20 ettari, secondo la delibera CIPE del 3 agosto 2012, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 14.11.2012.
La struttura si svilupperà su una superficie totale lorda di 35.880 mq, funzionerà al servizio dei Comuni di Alberobello, Cisternino, Conversano, Fasano, Monopoli e Polignano a Mare e sarà dotata delle seguenti discipline con i relativi posti letto: Cardiologia e UTIC 12, Chirurgia generale 32, Medicina generale 48, Nefrologia e Emodialisi 10, Neurologia 16, Oculistica 4, Ortopedia e traumatologia 32, Ostetricia e Ginecologia 36, Otorinolaringoiatra 3, Pediatria 10, Psichiatria 15, Urologia 15, Terapia intensiva 8, Unità coronarica 6, Recupero e riabilitazione 15, Neonatologia 8, Pneumologia 15, Lungodegenza 14. TOTALE 299.
Il nuovo ospedale disporrà inoltre delle seguenti grandi macchine: n. 1 Acceleratori lineari, n. 1 TAC Simulatore, n.1 IORT, n. 1 Gamma camere, n. 1 PET/TAC, n. 1 RMN, n. 2 Tac, n. 1 Angiografo.
Il progetto, dopo aver avuto il via libera dalle Commissioni regionali e dall’assessore al Welfare Elena Gentile, inizia a muovere i primi passi concretamente, essendo stata individuata la strada del finanziamento attraverso i fondi messi a disposizione dall’Europa.
Le azioni messe in campo dal PD di Monopoli, in particolare dal consigliere comunale Paolo Comes, e dal consigliere regionale PD Fabiano Amati di Fasano, insieme a quelle dell’Amministrazione Comunale e delle Associazioni per la difesa delle strutture sanitarie cittadine, trovano un primo riscontro positivo, smentendo le critiche che ritenevano la costruzione del nuovo ospedale un semplice miraggio.
Il progetto, per gli eventuali ed ulteriori finanziamenti necessari, potrà avvalersi dei fondi del Programma FSE dell’Europa del prossimo settennio 2014-2020, per il quale bisognerà rispettare tempi e modalità imposte dalla normativa comunitaria.

Prof. Stefano Carbonara
Componente con delega alle Politiche Comunitarie
dello staff di Michele Emiliano,segretario regionale PD

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

2,773 Visite totali, 2 visite odierne