07.03.2014 - evasione fiscale

Venerdì, ore 12:26

Un’imprenditrice di Palagiano ha utilizzato fatture false per circa 500 mila euro emesse dal coniuge, titolare di un’altra azienda

Le Fiamme Gialle della Tenenza di Castellaneta hanno eseguito una verifica fiscale nei confronti di un’impresa di Palagiano (TA) operante nel settore della gestione degli stabilimenti balneari.

L’attivita’ investigativa dei Finanzieri ha portato alla luce ripetute irregolarita’ e condotte fraudolente finalizzate ad occultare al fisco il reale volume d’affari dell’impresa.

In particolare, l’azienda ha annotato nella propria contabilita’ costi indeducibili, riferibili all’utilizzo di fatture false emesse da altri soggetti economici, al solo fine di “abbattere” arbitrariamente il proprio prelievo fiscale.

Nello specifico è stato accertato che l’amministratrice dell’impresa ha evaso I.V.A. per circa 100 mila euro utilizzando fatture per operazioni inesistenti, emesse da un’altra azienda intestata al coniuge, per un ammontare complessivo di circa 500 mila euro.

Entrambi i coniugi sono stati denunziati all’Autorita’ Giudiziaria rispettivamente per i reati di “Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti” ed “Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti (art. 2 e 8 del D.Lgs 74/2000).

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

1,148 Visite totali, 2 visite odierne