Redazione The Monopoli Times 23 febbraio 2014

foto  Leo Dimola - ala - centro - 1984 - 2.04

Domenica, ore 22:27

Con Bari gara difficile ed insidiosa come da previsioni della vigilia, determinante la prova del  baby Calisi       

 

La Retro’ Store Monopoli supera il Bari per 78 a 66 e porta a 5 la striscia di risultati utili consecutivi, agganciando all’8° posto in classifica l’Aurora Brindisi ed il Calimera, già battute all’andata e che hanno disputato una gara in più, dovendo ancora osservare il turno di riposo. Partita tosta ma all’insegna del fair play tra i giocatori, che hanno così reso agevole il lavoro della coppia arbitrale composta da Farina e Caballo.  Successo importante per il team di Carolillo, che con 9 vittorie negli ultimi 11 turni di campionato si propone a sorpresa come possibile outsider nella corsa alle posizioni nobili della graduatoria, dopo essere partita con 9 sconfitte consecutive.

Tuttavia non è stato assolutamente facile aver ragione delle Officine Santulli Bari (giunta a Monopoli priva di Perrucci, uno dei suoi giocatori di punta), formazione ben allenata da coach Maffia e ricca di giocatori dalle ottime qualità tecniche ed agonistiche. I baresi, che sopravanzano i monopolitani in classifica con 20 punti e devono anche recuperare una gara, dopo una partenza decisamente sottotono (12 – 2 per l’Action Now!) hanno pian piano eseguito con pazienza il piano gara, giocando per 40 minuti a zona ed attendendo il calo delle percentuali al tiro da fuori e la stanchezza degli avversari per piazzare un break ed andare addirittura in vantaggio ad inizio dell’ultima frazione.

A quel punto tutto lasciava presagire una beffa per una Retrò Store insolitamente troppo leziosa, che aveva subìto la rimonta lasciandosi prendere dal nervosismo e – già priva in partenza di Annese e Russano – aveva perso per falli anche Giorgio. Ma il basket è sport avvincente proprio per le emozioni ed i colpi di scena che sa regalare ed anche in questa occasione il match riceveva una svolta del tutto imprevedibile: coach Carolillo pescava il classico “jolly” dalla panchina mandando in campo il baby Andrea Calisi, 15 anni di talento cestistico, coraggio ed entusiasmo. Era proprio il ragazzino, il più giovane in campo, ad indicare la strada ad i compagni, rivoltando la sfida con 8 punti pesantissimi (tra cui una “tripla” fondamentale per l’inerzia dell’incontro) nell’ultimo quarto e propiziando il gran finale di tutta la squadra, che consentiva addirittura di ribaltare anche la differenza canestri nel doppio confronto. Andrea, da anni protagonista di ottime stagioni a livello di campionati junior (l’anno scorso l’Under 15 Eccellenza arrivò tra le prime 32 d’Italia), è uno dei tanti gioielli che impreziosiscono il settore giovanile della Scuola Basket Monopoli e nella circostanza ha offerto l’ennesima conferma che a puntare seriamente sui giovani non si sbaglia mai.

Una prestazione globalmente non esaltante per i monopolitani, che tra infortuni e problemi vari da tempo non stanno svolgendo allenamenti al completo e devono perciò trovare in campo condizione (come sta facendo Leo Di Mola, in grande crescita e molto positivo) ed affiatamento. Alla lista dei giocatori indisponibili si aggiungerà purtroppo ora anche Vincenzo Lagalante, uscito a metà terzo quarto per una brutta distorsione alla caviglia.

Ma per Sabino Calabretto (sempre decisivo, anche 5 pesantissime triple nel suo score) e compagni non vi è proprio sosta, perché già martedì prossimo 25 febbraio torneranno in campo a San Pietro Vernotico nell’anticipo della 8^ giornata (inizialmente in programma il 9 marzo) richiesto dalla società salentina per consentire a coach De Vita di prendere parte con la rappresentativa regionale pugliese dei nati nel 2000, di cui  è allenatore, ad un’importante manifestazione di basket giovanile in programma in Umbria.

Sabato prossimo invece alla Melvin Jones (inizio ore 18) sarà di scena la Mens Sana Mesagne, terza forza del torneo, che ha tra i suoi punti di forza il giocatore francese Kevin Lescot e l’ex Action Now! Gianluigi Ruggiero, atleta martinese che fu gran protagonista di stagioni memorabili a livello giovanile ed in C regionale prima di essere ceduto al CUS Bari di coach Raho. Altra partita quindi molto difficile, ma la Retrò Store non può fermarsi se vuole continuare a sognare.

RETRO’ STORE MONOPOLI – OFFICINE SANTULLI BARI  78 – 66

(1° Q: 21 – 11; 2° Q: 38 – 30; 3° Q: 47 – 47)

RETRO’ STORE MONOPOLI: Calabretto 25, Lagalante 3, Giorgio 5, Russano Fabrizio 0, Rosato 5, Di Mola 18, Centrone Francesco 8, Calisi 8, Centrone Claudio 4, Penna 2.
All.: Sergio Carolillo  –  Assistente: Massimo Morè

OFFICINE SANTULLI BARI: Loprieno 13, Markovic 24, Tozzi 13, Milillo 3, Maselli 2, Iacovelli 11, Esposito 0, Introna e De Giosa n.e.. All.: Maffia

Arbitri: Farina e Caballo

UFFICIO STAMPA ASD ACTION NOW! BASKET MONOPOLI


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

255 Visite totali, 1 visite odierne