Redazione The Monopoli Times 18 febbraio 2014

finanzaMartedì, ore 08:23

L’intervento dei Baschi Verdi

Non è sfuggita all’attenzione della pattuglia di “Baschi Verdi” una “Smart” con 2 ragazzi a bordo, uno dei quali stipato nel minuscolo vano posteriore, stracarica di oggetti (pc Apple, desktop, fotocamere digitali ed altro).
Attese le risposte del tutto vaghe ricevute dai due occupanti in merito alla provenienza e alla destinazione del materiale, i Finanzieri decidevano di approfondire il controllo, rinvenendo, tra i vari oggetti, 2 passamontagna, guanti, mazzi di cd. “chiavi universali”, piccozza, martelli ed altri arnesi da scasso, oltre ad una cassaforte da muro divelta da poco.
Approfondendo poi gli accertamenti, sono emersi elementi che portavano a ricondurre i beni al Politecnico di Bari / Facoltà di Agraria.
Veniva, quindi, effettuato un sopralluogo nei locali della facoltà in argomento, al fine di riscontrare eventuali segni di effrazione, senza notare apparentemente nulla di anomalo. Infatti, uno dei due autori del furto possedeva le chiavi di accesso alla facoltà perché dipendente della ditta che si occupa delle pulizie dei locali in argomento.
Pertanto, a nulla è valso il tentativo dei due di sviare le indagini, simulando un’effrazione dall’esterno attraverso una finestra lasciata aperta.
Sentito il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Bari, Dott. G. Dentamaro, i due ragazzi, entrambi baresi, di 29 e 33 anni, sono stati tratti in arresto e associati alla Casa Circondariale di Bari.
Sono stati sottoposti a sequestro: arnesi da scasso, 3 computer completi I-Mac Apple, 3 fotocamere digitali; 2 memory stick, una cassaforte da tavolo per monete, una cassaforte a muro, 2 passamontagna, 13 chiavi, guanti in lattice, 2 telefoni cellulari, accessori e materiale informatico vario ed un’autovettura.


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

2,411 Visite totali, 2 visite odierne