Redazione The Monopoli Times 17 febbraio 2014

IMG_4915Lunedì, ore 19:45

Visita degli alunni dell’IPSIAM a Nardò

 

 

A conclusione delle iniziative organizzate dall’I.I.S.S. “Luigi Russo” per la giornata della memoria del 27 gennaio e per la giornata del ricordo del 10 febbraio, venerdì 14 febbraio gli alunni dell’IPSIAM “S. Francesco da Paola”, accompagnati dalle docenti Maria Caramia, Mina Comes e Laura Turi,  hanno potuto visitare un luogo simbolo per la Puglia, il Museo della Memoria e dell’Accoglienza di S. Maria al Bagno, in territorio di Nardò (Le). L’importanza storica di questo luogo è fondamentale per capire il dramma di moltissimi profughi ebrei, scampati ai campi di sterminio e costretti a fuggire da una guerra non ancora conclusa. Il Museo di S. Maria al Bagno conserva testimonianze tangibili della capacità dei pugliesi di accogliere e vincere il muro della diversità. La Puglia, appena liberata dagli alleati, divenne luogo di accoglienza e rinascita per moltissimi rifugiati.

IMG_4913

S. Maria al Bagno, ma anche S. Maria di Leuca e S. Cesarea Terme, nel Salento, accolsero campi profughi già dal 1943, ma con un numero crescente di presenze proprio nel 1945. Gli ebrei provenienti da tutta Europa, riusciti a fuggire dai campi di internamento e di sterminio, trovarono proprio nella nostra terra la possibilità di rinascere, ritornando ad una vita dignitosa. Le testimonianze fotografiche,  i documenti d’archivio, ma soprattutto i murales realizzati da Zvi Miller, testimoniano la vita di queste persone e il clima sereno che doveva respirarsi all’interno del campo. Il messaggio politico celato nei murales riassume l’identità religiosa e le speranze di un popolo che guardava alla possibilità di una rinascita in uno stato che di lì a poco sarebbe stato fondato: Israele.

È stata un’esperienza formativa importante per gli alunni dell’IPSIAM che ha permesso loro di approfondire una pagina di storia così drammatica e vicina allo stesso tempo, ma anche di comprendere quanto sia importante, in ogni momento storico, il valore dell’accoglienza.

Prof.ssa Laura Turi


Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

7,178 Visite totali, 2 visite odierne