Redazione The Monopoli Times 12 febbraio 2014

finanza

Mercoledì, ore 07:15

Sequestrati 500 litri. Il prodotto veniva impiegato per rifornire le autovetture private

Militari della Tenenza di Castellaneta, nell’ambito di specifici servizi di polizia economico finanziaria, pianificati anche per salvaguardare quelli che sono gli aspetti riguardanti la sicurezza e l’incolumita’ pubblica, hanno eseguito accertamenti tesi al contrasto di depositi abusivi di prodotti sottoposti ad accisa.

In particolare, i Finanzieri hanno rinvenuto, presso la sede di un’azienda agricola ubicata nel centro abitato di Ginosa (TA), una cisterna in metallo del tipo “non omologato” della capacità di 500 litri, detenuta senza le previste autorizzazioni e adibita allo stoccaggio di carburante ad uso agricolo, per la quale il titolare dell’azienda non è stato in grado di esibire le autorizzazioni previste per legge (richiesta di intervento ai Vigili del Fuoco per detenzione di materie esplodenti o infiammabili).

Le Fiamme Gialle, oltre ad apporre i “sigilli” all’impianto e segnalare l’imprenditore agricolo all’Autorità Giudiziaria competente, hanno accertato che quest’ultimo aveva destinato ad uso diverso dal consentito svariati litri di gasolio agricolo, rinvenuti nei serbatoi delle autovetture nella sua disponibilità.

Sempre a Ginosa, all’esito di un ulteriore controllo, veniva sanzionata anche la titolare di un’azienda agricola in quanto utilizzava il gasolio agricolo agevolato nelle autovetture di proprietà del coniuge, in violazione del Testo Unico sulle Accise (D.Lgs. 504/95).

L’attività della Guardia di Finanza nello specifico settore  persegue un duplice obiettivo:

–       contrastare le frodi nello stoccaggio e nell’utilizzo del gasolio agricolo che, come sua peculiarità, ha il “vantaggio” di costare molto meno rispetto al carburante comunemente impiegato per l’autotrazione;

–       accertare irregolarità e carenze nella gestione di attività commerciali, tali da costituire grave pericolo sia per la salute che per l’incolumita’ dei lavoratori e dei cittadini.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

1,467 Visite totali, 2 visite odierne