Redazione The Monopoli Times 10 febbraio 2014

giorno del ricordo 2

Lunedì, ore 13:54

La prima volta a distanza di dieci anni dall’istituzione

“Si celebra per la prima volta in Consiglio regionale, a distanza di dieci anni dall’istituzione, il Giorno del Ricordo”. Con queste parole il vicepresidente del Consiglio Nino Marmo ha introdotto il suo intervento dedicato alla memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale e della concessione di un riconoscimento ai congiunti.
“È una ricorrenza importante – ha proseguito Marmo – per ritrovare il senso di appartenenza e imparare tutti noi il principio della tolleranza, considerato anche il fatto che questo triste evento ha coinvolto la nostra regione, che all’epoca si rese operativa allestendo i campi di accoglienza per i profughi. I genocidi vanno condannati sempre e senza porre in contrapposizione la Giornata della Memoria (per la Shoah) con la Giornata del Ricordo (per le foibe), ma oggi si deve celebrare questa data anche per il riconoscimento, con attestato e medaglia, ai familiari e discendenti delle vittime, a decorrere dal decimo anno dalla pubblicazione della legge istitutiva”.
Durante la celebrazione sono intervenuti il direttore dell’Ipsaic Vito Antonio Leuzzi, il docente dell’Università degli Studi di Bari Rosario Milano e la ricercatrice dell’Ipsaic Anna Gervasio che hanno relazionato sulla tragedia degli italiani dell’Istria, di Fiume e delle coste dalmate, dell’esodo dalle loro terre nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.
Alla giornata commemorativa hanno partecipato le delegazioni degli studenti della scuola Media “Pascoli” di Bari, dell’Istituto tecnico industriale “Modesto Panetti” di Bari, del Liceo Scientifico e Classico Leonardo Da Vinci di Cassano delle Murge, dell’Istituto “Armando Perotti” di Bari, del Liceo socio-psico-pedagogico “Vito Fornari” di Molfetta e del Liceo “De Nittis” di Bari.
Erano presenti anche l’assessore Vito Perrelli a rappresentare la Provincia di Bari e l’assessore Antonio Vasile in rappresentanza del Comune di Bari.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

208 Visite totali, 1 visite odierne