DSCN1583

Sabato, ore 18:11

Micelli: «La nostra unica soddisfazione consiste nel risultato positivo di aver potuto interagire con l’amministrazione e aver ottenuto che le piazzette non venissero integralmente rimosse per realizzare esclusivamente parcheggi»

Tempestiva è arrivata una precisazione del “Comitato cittadino per la salvaguardia del verde nel quartiere INA CASA” ad un nostro articolo pubblicato nella giornata di ieri, dal titolo “Quartiere INA Casa: vittoria del Comitato”.

«Vorrei precisare che il “Comitato cittadino per la salvaguardia del verde nel quartiere INA CASA”, insieme al WWF-Monopoli e a #salvaiciclisti-Monopoli – comunica il monopolitano Cosimo Micelli – chiedeva che i platani delle piazzette di via Quasimodo venissero salvaguardati, proponendo soluzioni alternative ai problemi connessi agli escrementi degli storni che li avevano adottati come dormitori; ad esempio, allontanandoli in maniera incruenta e non traumatica (come invece è stato fatto eliminando gli alberi stessi) oppure realizzando delle aiuole “tutta-terra” al posto dei marciapiedi, come, ad esempio, è stato fatto in altre zone della città».

Ciò, pertanto, non è di fatto avvenuto.
«I lecci piantumati al posto dei platani abbattuti – prosegue Micelli a nome del Comitato – sono molto giovani e assommano una chioma che non li rende neanche lontanamente paragonabili ai platani che sono andati a sostituire, in quanto i benefici ambientali apportati dagli alberi dipendono soprattutto dalla quantità di vegetazione, cioè dal volume delle chiome. Dal nostro punto di vista, quindi, non possiamo parlare di “vittoria”, come riportato nell’articolo; la nostra unica soddisfazione consiste nel risultato positivo di aver potuto interagire con l’amministrazione e aver ottenuto che le piazzette non venissero integralmente rimosse per realizzare esclusivamente parcheggi (come previsto nel progetto originario), ma venissero ridisegnate rispondendo, almeno parzialmente, alla nostra richiesta di mantenere e potenziare gli spazi vitali di aggregazione nel quartiere».

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

260 Visite totali, 1 visite odierne