AP perde con 6 punti di scarto contro il Mesagne

AP - Mesagne

Lunedì, ore 20:00
I ragazzi di coach Alba, nonostante fossero bendisposti, non sono riusciti a battere il Mesagne, che invece ha saputo stuzzicare ed ipnotizzare la squadra di casa, vincendo 61 a 55

ANCHE IN VERSIONE AUDIO

Una gara che l’AP ha preparato fin nei minimi particolari, difficile come le altre, ma dopo l’avvincente match contro il Bulls Bari, la squadra era entrata sul parquet con piglio deciso e tanta voglia di vincere. Ma come si sa, la palla è tonda, nella pallacanestro i ruoli ed i punteggi si possono invertire rapidamente e una gara si può vincerla o perderla quando meno te lo aspetti. E così è stato. I ragazzi di coach Alba, nonostante fossero bendisposti, non sono riusciti a battere il Mesagne, che invece ha saputo stuzzicare ed ipnotizzare la squadra di casa, vincendo 61 a 55.
Uno scarto di 6 punti che hanno condizionato l’andamento dell’intera gara. L’AP ha sbagliato molti tiri liberi, mentre gli avversari, vedi Kevin Lescot, segnavano da posizioni impossibili e la loro difesa riusciva a bloccare quasi ogni incursione dei rossoneri. Una rincorsa continua da parte dell’AP fin dal primo minuto ad un Mesagne che invece andava a canestro quasi naturalmente: è stato questo il leit motiv della gara. Pur avendo dimostrato il Mesagne sul parquet di non essere una squadra imbattibile, ha saputo sfruttare al massimo gli errori dell’AP, bloccando sul nascere gli attacchi ed intercettando i passaggi. L’AP invece è sembrava poco presente in partita, pur avendo rimontato più volte il punteggio, non è mai riuscita ad andare oltre il pari. Ora spetta a coach Alba riportare la concentrazione che evidentemente è mancata durante la partita, impartendo i comandi giusti. Una sconfitta difficile da mandare giù, ma servirà al roster per riprendere il controllo e la concentrazione. Da segnalare: Cipulli ha giocato nonostante i postumi di un infortunio contro il Bulls Bari; inoltre, c’è stata un po’ di tensione tra le due squadre per qualche colpo proibito, anche eccessivo, e per qualche fischio arbitrale che ha infastidito molto il pubblico presente, ma poi tutto è rientrato.
I risultati parziali:
Primo quarto: 9-19
Secondo quarto: 26-30
Terzo quarto: 43-46
Quarto quarto: 55-61
«Encomiabile. Credo sia doveroso utilizzare questo aggettivo per descrivere, del tutto, il lavoro che fin ora tutto il roster ha eseguito da agosto fino ad oggi. – con queste parole coach Antonio Alba commenta il lavoro dell’AP – Nonostante la sconfitta di domenica contro Mesagne non possiamo permetterci di farci influenzare da sentimenti afflittivi ovvero negativi in genere, in quanto è stata affrontata una squadra molto forte che ci ha dimostrato, come già detto precedentemente, che per vincere un campionato o comunque rimanere tra le prime 4 oltre la tecnica e la tattica, che uno staff completo con allenatore, assistente e preparatore fisico mettono in scena, ci sono storia, organizzazione e competenze anche extra-cestistiche. Elementi questi che noi in AP Monopoli stiamo migliorando ogni giorno di più, a piccoli passi, con la convinzione di poter, tra qualche anno, affrontare un campionato ai massimi livelli che la città o la squadra meriteranno. Ma è “storia futura”, il presente è ben diverso, con tante note positive e altre da analizzare, correggere e migliorare. I “miei” giocatori sono ben consci di quali siano attualmente i limiti sui quali dovranno lavorare nei prossimi mesi per superarli, e crediamo come staff di poter essere pronti ad aiutare loro e noi stessi sia in campo che fuori.  Solo con uno spirito di sostenuta collaborazione e tollerabile sacrificio da parte di tutti possiamo tendere a quanto sperato. Non sarà ora, forse neanche domani, ma dobbiamo impegnarci, usando tutte le energie che abbiamo fin quando potremo dire di essere una squadra competitiva su tutti i fronti. Il mio lavoro è questo!».

Ufficio Stampa
Ruben Rotundo

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

202 Visite totali, 1 visite odierne