DSCN1239
Giampiero Risimini – Foto Paola Calabretto

Venerdì, ore 19:51

Secondo Risimini, i consiglieri comunali ravvedutisi sarebbero stati “ingannati” da un parere incompleto

di Paola Calabretto, giornalista
di Paola Calabretto, giornalista

«Vittime delle carenze di un parere incompleto dell’avvocatura comunale (avv. Nocera)».

Questo, sarebbero stati i Consiglieri Comunali “rinsaviti” (con la sottoscrizione della proposta predisposta dall’ex Capogruppo PD) all’indomani della votazione favorevole alla rimozione del vincolo di inalienabilità dell’Istituto Ancelle del Santuario nel corso del Consiglio Comunale del 9 dicembre scorso, secondo l’avvocato Giampiero Risimini, pronunciatosi ieri sera nel corso della conferenza stampa ad hoc indetta dal Comitato Costa Libera e dal Movimento Cristiano Lavoratori-Circolo Cittadini di Monopoli sull’argomento, dopo l’istanza (presentata grazie ad almeno un quinto dei consiglieri comunali) di convocazione di un Consiglio Comunale che revochi la “sciagurata” delibera approvata.

DSCN1228

«Durante la riunione della 1^ commissione urbanistica sulla questione delle Ancelle del Santuario mancavano il contratto del ’55 e la delibera del ’54 – asserisce Risimini – inoltre, i Consiglieri Comunali non erano stati informati della sentenza del TAR e dell’evoluzione degli atti processuali».

DSCN1230

Ergo, non una vera responsabilità politica, ma neanche soltanto tecnica: l’ex Capogruppo PD pare così lanciare il sasso, ma nascondere la mano: «Perché ci stiamo orientando verso questa transazione? Qual è l’interesse che ci porta ad abbandonare un giudizio? È evidente che in questo percorso c’è qualcosa che non va. È necessario fare una riflessione: non mi va di accusare nessuno, nè di fare processo alle intenzioni, né di immaginare chissà quali scenari foschi dietro questa operazione. È stato soltanto un difetto di trasparenza, una carenza notevole di informazione alla città, all’amministrazione e sicuramente al Consiglio Comunale – afferma Risimini – Credo che chi ha votato a favore, secondo me – sostiene riferendosi ai Consiglieri Comunali ravvedutisi – non è stato incoerente rispetto alla firma, perché quell’espressione di volontà politica era formulata da notizie che l’amministrazione ha fornito».

Secondo Risimini, pertanto, c’è ancora una cosa da chiedersi: «Avvocato, come mai cambi idea in maniera così radicale? –  facendo supporre che “a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina”, ma rimangiandosi presto la parola – L’avvocato del Comune risponde a seconda della richiesta che gli viene fatta, attenzione! Il comportamento dell’avvocato è stato lineare, intendiamoci – precisa, soffermandosi sulla delibera – oggi senza padre, ma che, nel 2012, faceva capo all’Assessore alle Finanze Alessandro Napoletano».

DSCN1236

Pertanto, riassumendo più esplicitamente la complessa discussione innescatasi durante la conferenza stampa in cui, come vi abbiamo detto, è l’avvocato Risimini a “svelare” alcuni particolari: i Consiglieri Comunali non si sarebbero pronunciati come avvenuto nel Consiglio Comunale del 9 dicembre scorso approvando la rimozione del vincolo di inalienabilità dell’Istituto Ancelle del Santuario, se il parere dell’avvocatura comunale (che nel contenzioso ha sempre salvaguardato l’ente comunale) fosse stato completo, ovvero se l’Amministrazione Comunale avesse rivolto all’avvocatura ben altre domande d’approfondimento volte a sviscerare maggiormente l’importante argomento; ma alla fin fine non sarebbe neanche “colpa” dell’Amministrazione Romani, come sostenuto dallo stesso Risimini ad una nostra precisa “provocazione”.

Tuttavia, bando alle ciance, in attesa del prossimo Consiglio Comunale (che si vocifera previsto intorno alla data del 20 gennaio prossimo), i Comitati cittadini assicurano minacciando una mobilitazione: «se non andrà come speriamo, andremo avanti affidandoci ad un legale di fiducia affinchè sia il Giudice l’arbitro che decreterà il fischio finale di questa partita».

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

1,927 Visite totali, 4 visite odierne