Gli autori degli efferati episodi di sangue ed il mandante

20130604_omicidio_simulato_a_cassino_per_atina_jazz

Venerdì, ore 13:39

Eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere

Nelle prime ore della mattinata odierna, a Bari e Viterbo, personale della Squadra Mobile di Bari ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip presso il Tribunale di Bari su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di MISCEO Giuseppe cl. 64, MINELLA Matteo cl.67 e AMORUSO Giuseppe cl.84 ritenuti responsabili di omicidio e tentato omicidio.
I destinatari del provvedimento cautelare sono ritenuti responsabili in concorso dell’omicidio e tentato omicidio rispettivamente di FRADDOSIO Cosimo e del padre di lui Giuseppe, quest’ultimo elemento di spicco della criminalità organizzata barese, avvenuti in questo capoluogo in data 30 ottobre 2009.
Le indagini svolte della Squadra Mobile Di Bari riscontrate dalle dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia, hanno permesso di ricostruirne il movente e individuare gli autori materiali degli efferati episodi di sangue e il mandante.
In particolare è stato documentato che ad ordinare l’omicidio è stato MISCEO Giuseppe per ritorsione ad un affronto subito dalla vittima FRADDOSIO Cosimo che qualche ora prima dell’omicidio aveva schiaffeggiato per strada, per futili motivi, il genero MINELLA Michele fratello di Matteo, colpito dall’ordinanza odierna.
A colpire a morte FRADDOSIO Cosimo e ferire suo padre è stato AMORUSO Giuseppe.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

1,099 Visite totali, 6 visite odierne