Istituto Ancelle del Santuario - Foto Max
Istituto Ancelle del Santuario – Foto Max

Giovedì, ore 14:17

Per Max la soluzione opportuna per tutti è quella già approvata dal Consiglio Comunale del 9 dicembre scorso

Oggi ho voglia di parlare un po’ dell’Istituto Ancelle del Santuario e di come viene strumentalizzato a livello politico un qualcosa solo per populismo e demagogia.

Risimini sa bene che il contenzioso che il comune ha si regge solo ed esclusivamente su una clausola tutta interpretabile e che le possibilità di vittoria sono pressoché nulle, ed è per questo che anche l’avvocatura comunale era favorevole all’eliminazione del vincolo di inalienabilità posto nel lontano 1955 e far terminare così il contenzioso che avrebbe portato il nostro comune a pagare spese legali inutili e nel frattempo a trasformare quello stabile in qualcosa di fatiscente.

Ma la cosa ancor più divertente, se mi passate il termine, è che il provvedimento è stato già approvato!!! Ma i consiglieri comunali che stavano facendo il 9 dicembre 2013 durante il consiglio comunale quando hanno approvato l’eliminazione del vincolo di inalienabilità? A cosa stavano pensando? Perché non documentarsi prima e giungere preparati in aula?

Il lavoro di consigliere si fa seriamente avendo un indirizzo politico ben saldo, i cittadini hanno bisogno di rappresentanti seri che sappiano rappresentarli e non di gente improvvisata! Non si può prima votare a favore e poi ritrattare come se niente fosse e richiedere nuovamente un’altro consiglio comunale monotematico sullo stesso argomento a spese ovviamente dei cittadini.

Tornando alla fattispecie in questione io credo che la soluzione opportuna per tutti è quella già approvata, condivisa dalla massima assise e dall’avvocatura comunale, che porterà nel giro di poco tempo a qualcosa di costruttivo e non ad un palazzo vuoto e decadente per anni come saremmo destinati ad avere lasciando il vincolo e il contenzioso in atto!

Parola di Max

3,239 Visite totali, 2 visite odierne