Redazione The Monopoli Times 20 dicembre 2013

Venerdì, ore 16:05

Questa mattina è stato smantellato il cantiere

di Paola Calabretto, giornalista
di Paola Calabretto, giornalista

“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”.

Il primo comma dell’articolo 11 della Costituzione della Repubblica Italiana, inciso sulla nuova copertura dell’ingresso ai rifugi antiaerei di Piazza Vittorio Emanuele II di Monopoli (cantiere smantellato questa mattina con l’eliminazione della palizzata), scoperchia il passato custodito sotto i nostri piedi, ma costituisce anche un flashback nella memoria collettiva dei nostri avi, riportandoli ai drammi vissuti nel periodo della Seconda Guerra Mondiale.

DSCN1100

«L’ultimo anno in cui si è avuto accesso ai rifugi – ci racconta un responsabile dei lavori, il cui termine dovrebbe essere previsto nel giro di qualche settimana – è il 1982».

Sui muri del rifugio del rettangolo nord (collegato agli altri ed alle due cisterne del rettangolo sud del Borgo cui – al momento – non potrà esservi accesso, ma che saranno comunque visibili), infatti, ci sono ancora le scritte fatte dagli operai che vi ebbero accesso per l’ultima volta.

Un tratto (dove non si è resa necessaria l’installazione di un impianto di areazione) che rispolvera i ricordi legati alle paure, ai timori provocati dai bombardamenti aerei, che inducevano la popolazione monopolitana a nascondervisi.

DSCN1102

«Nei pressi della cisterna – prosegue uno dei responsabili, con cui la nostra redazione ha avuto il piacere di chiacchierare assieme al Consigliere delegato alla Cultura ed alle Politiche Giovanili Giorgio Spada – è possibile addirittura osservare un rilievo di intonaco in coccio pesto per l’impermeabilizzazione delle pareti. Una scoperta sensazionale» ha infine affermato, mostrando visibilmente la propria commozione dettata dalla straordinaria passione di questi esperti.

Sulla colonnina elettrica, invece, sarà posta una lastra su cui sarà disegnata la pianta dei rifugi antiaerei ed un sunto storico sia in italiano che in inglese.

374 Visite totali, 1 visite odierne