Il Mastro del Calcio 13 dicembre 2013
Il Mastro del calcio
Il Mastro del calcio

Venerdì, ore 00:04

Nasce una nuova rubrica sul calcio atipica

Siamo nati per essere la nuova frontiera dell’informazione. Naturalmente, vorremmo essere molto di più per voi; un approfondimento, una valvola di sfogo, un appuntamento quotidiano: insomma, il vostro punto di riferimento. Ed è proprio per questo che amiamo “coccolarvi” e prenderci cura di voi e lo facciamo stimolati dalla passione per questa professione: l’amore per il giornalismo.

Così, è nata l’idea di contattare “Il Mastro del calcio”, ovvero un giovane monopolitano che abbiamo avuto il piacere di conoscere personalmente per proporgli una collaborazione “calciofila” o come preferirete chiamarla.

Non ha bisogno di presentazioni, perchè vi sarà già capitato di chiacchierarci, ma preferiamo che sia lui ad introdurre la nostra nuova rubrica “Il mondo dei calciofili”.

Cosa c’è di nuovo nel calcio italiano?

Te lo dico subito… NULLA.

Anzi mi correggo.
La domanda giusta sarebbe: “Cosa c’è di nuovo nel tifoso di calcio italiano?”.

Di cosa parlo? Ovviamente dei 2 gruppi calcistici più importanti d’Italia, gli Juventini e gli Anti-Juventini.

Rubrica sul calcio atipica, perchè???
Ma prima di continuare mi Presento.

Sono “Il Mastro del Calcio” nome d’arte che mi sono dato prendendo d’ispirazione il mio cognome (non sta per Maestro, di certo non ho l’arroganza di ritenermi tale in nulla, tantomeno quando si parla di calcio).
Mi piace guardare e commentare calcio da quando sono piccolino (oltre 25 anni quindi) e da qualche mese ho creato un blog che ha lo scopo di riunire tutti i Calciofili (come li chiamo io) per discutere di calcio. In maniera libera e divertendosi.
Un po’ come lo si fa al Bar o in famiglia con l’amico, il collega d’ufficio o il parente di turno.

Perchè l’ho creato? Bè, perchè è come portare sul web quello che faccio ogni giorno con amici e parenti, e condividere pensieri e riflessioni con più persone.

Come vedete, il mio modo di parlare è diretto, non uso giornalitichese (a proposito, l’arte del giornalismo come si chiama??? 😀 ). Mi piace parlare in maniera libera ed avere il feedback ed il parere di chi mi legge.
Mi piace condividere riflessioni sul calcio.

Ma occhio, difficilmente sarò imparziale. Dirò sempre la mia e mi piacerà ascoltare cosa ne pensa chi legge e vuol condividere il suo pensiero.

Il calcio è bello anche per questo.

Ma vengo al dunque della presentazione. Curerò questa rubrica che gentilmente mi ha concesso Michelle di Monopoli Times. Appena mi ha proposto di collaborare con una rubrica sul calcio all’interno del suo portale di informazione ho subito risposto con un sonoro “SIIIIII”.

Non conosco da tantissimo Michelle, ma, da quello che noto, ha sempre mostrato di lavorare in maniera certosina e con grande abnegazione.

Quindi per queste e per altre ragioni mi fa piacere parlare ai suoi lettori.
E spero che lei non possa pentirsene.

E TU da che parte stai?
Dopo queste breve parentesi, doverosa per farmi conoscere almeno un minimo, torno a parlare dell’argomento che stavo orchestrando all’inizio.

Nel calcio esistono 2 popoli di calcio, i tifosi della Juventus e gli anti-tifosi della Vecchia Signora. Un po’ come avere i Berlusconiani e gli anti-Berlusconiani in politica. Parliamo dello stesso fenomeno ma in ambiti diversi.

E questo lo si nota soprattutto in questi giorni a poca distanza dalla sconfitta e relativa eliminazione dalla Coppa più importante per club in Europa.
Parlo della Champions League.

Basta avere un contatto Facebook o andare in giro per il paese e vedere l’amico o il conoscente che posta (gergo facebookkiano) o commenta l’eliminazione della Juventus.

Ed i commenti sono più o meno gli stessi:

  • Eliminazione ingiusta, si è giocato con la slitta a Istambul;
  • Non si può giocare una partita di calcio in un campo di ghiaccio;
  • C’è stata una congiura dell’UEFA nei confronti della Juventus.

Oppure, robe del tipo:

  • Siete i soliti buoni, solo in italia;
  • In Europa non valete nulla, non fa per voi;
  • Non siete una squadra da Grande Competizione. (detto tra noi, questa soprattutto è una frase che non ho mai capito cosa voglia dire : -D )

Ovviamente a seconda di chi parla.
Commenti da juventino i primi (a proposito, non voglio nascondermi, ho fatto alcuni commenti simili io, così capite subito la mia fede calcistica) e commenti da anti-Juventini i secondi.

Commenti da chi è felice che una squadra italiana sia uscita dalla competizione più importante d’Europa.

E’ qui che non mi tornano i conti.

E’ vero, il tifo è spesso emozione incontrollata, sfottò, divertimento alla propria maniera. Ma essere felici per le disgrazie altrui non so quanto sia qualcosa di interessante.

A me non piace.

Uno Juventino buonista (fa meno antipatico, vero?? 😉 )
Parlo del mio caso, io apprezzo il fatto che almeno il Milan sia rimasto nella competizione, anche se sono ben consapevole che con mezzi tecnici nettamente inferiori alle dirette rivali.
Ma lo scontro diretto di Champions può riservare sempre sorprese, lo fa ogni anno. Tutto può accadere.

Addirittura ero lì a tifare Napoli, che fino a 3 minuti dalla fine era qualificato agli ottavi in un girone difficilissimo. Complice soprattutto il momentaneo pareggio del Borussia Dortmund nell’altra partita. Ma il gol finale del 1-2 dei tedeschi ha condannato il Napoli (che avrebbe dovuto vincere 3-0 per passare il turno).

Quindi è per questo che non ho mai capito come ci si possa accanire verso una squadra. Si, è vero che non accade solo con la JUVENTUS, ma quando accade nei suoi confronti si trovano sempre più critici rispetto ad altre situazioni.

I Vincitori sono Antipatici?
Ecco perchè poi Antonio Conte, molto simpaticamente o in maniera antipatica (a seconda dei casi) ha coniato il famoso termine:

“Antipatico perchè Vinco”

che credo possa estasiare chi la sente come anche irritare considerevolmente.

A volte però accade, anzi accade proprio per quello.

Ad esempio, pensate che qualcuno ce l’avrebbe avuta con Berlusconi se non fosse stato quello che vince 1 volta su 2 le elezioni degli ultimi 20 anni?
Io credo di no.

Ad ogni modo il Milan ha vinto molto, si soprattutto in Champions, ma non è così antipatica. L’Inter men che meno (è vero ha vinto meno delle 2 precedenti).

Ma la Juventus resta la più antipatica, tanto da creare un gruppo di anti-tifosi riuniti.

Ah, forse si tratta di calciopoli? Non saprei, di certo è passata. Almeno spero che lo pensi anche chi sta leggendo questo articolo (come io lo penso).
E’ roba del passato.

Un finale in cui TU devi (puoi) dire la TUA.
Quel che è certo è che un tema interessante su cui discutere, e che non accennerà a scemare a mio parere.
Infatti ci sarà modo di discuterne in seguito, ne sono certo.

Ora passo e chiudo perchè non voglio scrivere un papiro. Spero ti sia piaciuto lo spunto di riflessione con cui comincio la mia rubrica calcistica.
Non ha una vera chiusura, è vero, ma mi dite voi quando ci sarà la chiusura delle polemiche tra juventini ed anti-juventini??? 😀
Io vedo lontana la meta.

Detto ciò approfitto per salutarti a mio modo amico calciofilo,

Viva il Calcio.

P.S. Se può incuriosirti puoi dare un’occhiata al mio Blog www.ilmastrodelcalcio.com e puoi anche cercarmi su Facebook se interessa.

P.P.S. Ho una domanda che domina la mia pagina ed approfitto per fartela:
“Se TU fossi a Capo di una società di calcio… cosa Faresti???” la domanda ti ha incuriosito ulteriormente? Io sono lì, la mia pagina del blog è aperta a tutti calciofili.

1,377 Visite totali, 2 visite odierne