Bilancio: disattesa una proposta “allettante”

Mercoledi, ore 19:45

Sunto della conferenza stampa del consigliere Napoletano

di Paola Calabretto, giornalista
di Paola Calabretto, giornalista

Fare il punto della situazione, all’indomani dell’ultimo Consiglio Comunale d’approvazione del Bilancio di Previsione 2013 ed offrire brevemente il proprio punto di vista sono le motivazioni che hanno spinto il Consigliere Comunale Marilù Napoletano (PD – espressione di un gruppo “moderato”) a convocare la conferenza stampa di questa sera presso il bar del Radar.

«Riconosco che il ritardo nell’approvazione del bilancio di previsione, non sia accreditabile esclusivamente all’attuale Amministrazione Romani, tuttavia – ha asserito la Napoletano – si è comunque dimostrata la tendenza ad operare giorno per giorno e senza programmazione con l’aumentare dei debiti fuori bilancio, il coprire la spesa corrente con entrate straordinarie, cui si aggiunge il disatro Tares con l’incremento di spese a carico dei cittadini per un servizio sotto gli occhi di tutti».

Ecco, perchè votare contro il bilancio, salvo per qualche emendamento, come il “maxi-emendamento”: «in quanto presentato in manera tale da utilizzare parte dei proventi della vendita dell’ex carcere (che in passato avrebbero dovuto finanziare i lavoro per la realizzazione del palazzetto di via Procaccia) per l’adeguamento dello stadio comunale, ma allo stesso tempo per l’estinzione di un mutuo: possibilità remota – spiega il Consigliere Pd – perchè, dalla documentazione in nostro possesso, all’interno del bilancio questa voce non compare. Se così dovesse essere, non ci sarà quel risparmio per cui abbiamo avvallato la proposta».

Insomma, una proposta “allettante” che sarebbe stata disattesa, di cui anche l’ex capogruppo Pd, Giampiero Risimini, afferma fosse impossibile accorgersene durante i lavori di Consiglio Comunale «perchè oltre a non esserci stati i tempi per farlo, è stato più semplice rifletterci colpo senno di poi».

263 Visite totali, 1 visite odierne