Guerra di mala: pronti a sparare

foto2_arresto a San Girolamo

Mercoledì, ore 11:15

Un arresto ed una denuncia

Erano accovacciati dietro alcune autovetture in sosta, con giubbotto antiproiettile guanti ed una pistola con il “colpo in canna”.

Apparentemente troppo grandi per giocare a nascondino, due ragazzi – un diciannovenne ed un minore di 17 anni (entrambi residenti a Bari, nel Quartiere San Girolamo) – erano nascosti dietro alcune autovetture parcheggiate in Via s. Girolamo angolo Via Wan Westerhouth di Bari, in evidente attesa di qualcuno.

Probabilmente tanto presi dal loro “obiettivo” che non si sono accorti dell’arrivo alle spalle dei “Baschi Verdi” del Gruppo Pronto Impiego Bari che, insospettiti dal loro atteggiamento, si sono avvicinati con circospezione e colto di sorpresa i due giovani. Alla richiesta dei documenti, uno di essi ha tentato di nascondere l’ingombrante ma protettivo “capo di abbigliamento” che nascondeva sotto la giacca a vento: un giubbotto antiproiettile cd. “sottocamicia”.

foto1_arresto a San Girolamo

I due sono stati immediatamente perquisiti: uno di essi (il minorenne) aveva addosso 8 dosi di “marjuana”, per circa 7 grammi complessivi, l’altro nascondeva una pistola con 6 proiettili, di cui uno “incamerato”, pronto, cioè, ad esplodere.

Portati presso gli uffici del Reparto e consultate le banche-dati in uso al Corpo, è stato scoperto che il detentore dell’arma era gravato – nonostante la sua giovane età – da numerosissimi precedenti penali per rapina, detenzione di armi, ecc. e che per queste ragioni era (o meglio avrebbe dovuto essere) agli arresti domiciliari presso l’abitazione della madre.

Sentito anche il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Bari, il ragazzo maggiorenne è stato tratto in arresto ed associato presso la Casa Circondariale di Bari, mentre per il minorenne è scattata la denunzia, a piede libero, per traffico di sostanze stupefacenti.

Sono in corso accertamenti finalizzati ad individuare chi fosse l’obiettivo dei due e a risalire all’arma ed a possibili altri eventi criminosi in cui potrebbe essere stata utilizzata.

993 Visite totali, 2 visite odierne