Redazione The Monopoli Times 21 novembre 2013

Le operazioni di riconoscimento ed eventualmente di bonifica saranno effettuate dallo S.D.A.I. in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Monopoli

«Oddio, c’è una mina con degli urtanti a circa venti metri di profondità!» hanno pronunciato alcuni pescatori, qualche giorno fa, quando al largo della costa monopolitana hanno notato una strana presenza sul fondale a circa un mezzo miglio a nord del Porto di Monopoli.

Al momento, nonostante non si ha abbia certezza sulla natura dell’oggetto, che tuttavia potrebbe trattarsi di un ordigno bellico, è stato emesso un avviso ai naviganti, disponendo il divieto di navigazione, ancoraggio ed immersione per una questione di precauzione.

«Tempo permettendo, le operazioni di riconoscimento ed eventualmente di bonifica del presunto ordigno potrebbero cominciare da domani – ci spiega il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo Guardia Costiera di Monopoli, T.V. Francesco Esposito – e saranno effettuate dal personale del Nucleo S.D.A.I. (Servizio Difesa Antimezzi Insidiosi) della Marina Militare di Taranto, coadiuvato dalla Capitaneria di Porto di Monopoli».

Se dovesse trattarsi di un ordigno, si procederà alla messa in sicurezza della zona ed al trasferimento di quest’ultimo in un’altra, adeguata al brillamento.

241 Visite totali, 1 visite odierne