“naturalMENTE” presenta “Earth – La nostra Terra”

1451428_268963736589691_2099903641_nMercoledì 20 novembre presso la saletta parrocchiale della Chiesa del Sacro Cuore di via Fiume

Anche questa settimana, “naturalMENTE” (campagna di sensibilizzazione ed informazione ambientale) ha in serbo tante sorprese.

Mercoledì 20 novembre presso la saletta parrocchiale della Chiesa del Sacro Cuore di via Fiume saranno proiettati dei  frammenti del film documentario “Earth – La nostra Terra”, diretto da Alastair Fothergill e Mark Linfield.

Earth – La nostra Terra (Earth) è un documentario naturalistico del 2007 destinato al cinema, realizzato dalla BBC Natural History Unit come primo film della Disneynature. Il film è uscito in contemporanea mondiale il 22 aprile 2009.
Il documentario è una co-produzione britannica, statunitense e tedesca, girata interamente in alta definizione con l’ausilio del 35mm e delle più innovative tecniche di ripresa. Earth utilizza alcune delle sequenze della serie di documentari BBC HD Planet Earth.
Il documentario mostra differenti habitat e creature che popolano il pianeta Terra, mettendo in guardia lo spettatore su ciò che minaccia la loro sopravvivenza e focalizzando l’attenzione su tre “famiglie” di animali: megattere, elefanti africani e orsi bianchi.
Cinque anni di produzione, girato in 200 differenti sedi, 26 nazioni presenti nel film definitivo, 40 troupe specializzate, 1.000 ore di riprese, 250 giorni di riprese aeree.
La prima volta in cui sono state utilizzate delle cineprese super high speed al di fuori di uno studio cinematografico. ‘Earth’ ha adattato e personalizzato delle cineprese high speed su misura, normalmente utilizzate per i test sugli incidenti automobilistici e quelli balistici per operare sul terreno. Sono queste cineprese che hanno permesso di mostrare l’attacco dello squalo e la sequenza di caccia del ghepardo.

“Poiché la proiezione degli spezzoni di film avrà inizio rigorosamente alle ore 20:45 – fa sapere l’architetto Gianluca Aresta (uno degli organizzatori) – si consiglia di prendere posto qualche minuto prima.
A fine serata sarà possibile degustare le prelibatezze culinarie, possibilmente in linea vegana, cortesemente offerte da chi sarà disposto a prepararle e condividerle.
Il costo del biglietto è pari a zero, come quello che dovrebbe essere l’impatto di ciascuno sull’ecosistema”.

 

986 Visite totali, 2 visite odierne