Home > Consiglio Comunale > Consiglio Comunale: le perplessità di Romani

Consiglio Comunale: le perplessità di Romani

emilio romaniIpotizzando ad un suo possibile e prossimo “nuovo” impegno politico, il Sindaco commenta la ridefinizione delle commissioni consiliari permanenti. La seduta consiliare approva i debiti fuori bilancio, ma rimanda la sdemanializzazione del relitto stradale

 

Alle 20.20 di ieri sera, nella Sala Consiliare “Ignazio Perricci” a Palazzo di Città, dopo un’intensa discussione sulla composizione della maggioranza e dell’opposizione in Consiglio Comunale (figlia delle perplessità derivanti dalla composizione delle commissioni consiliari, probabilmente “sconvolta” dalle larghe intese o dall’assegnazione delle deleghe), è il Consigliere Comunale Papio a riportare la situazione all’ordine, evitando ulteriori botta e risposta.

Un’inutile perdita di tempo per il Sindaco Emilio Romani, convinto assertore che la composizione della maggioranza e dell’opposizione si vedrà soltanto a seguito di un confronto politico: «è da qui che si vede il peso specifico delle persone», che si dovrebbe avere soltanto dall’inizio del prossimo anno «perchè come sostiene il Consigliere Papio, che di consigli comunali ne ha fatti – asserisce il Primo Cittadino – l’anno delle elezioni è da considerarsi sabatico».

Nel frattempo, il Consigliere Napolitano ha soddisfacentemente provveduto a far sottoscrivere trasversalmente una richiesta di convocazione della massima Assise cittadina per dibattere delle problematiche che hanno contrassegnato il servizio di raccolta in questi mesi, sulle valutazioni tecniche e procedurali che hanno determinato le scelte relative alla gara dei rifiuti e le prospettive future.

Il punto sulle commissioni comunali permanenti

Essendo così costituite:

(http://www.comune.monopoli.ba.it/IlMunicipio/IlConsiglio/CommissioniConsiliari/tabid/287/language/it-IT/Default.aspx), dalla comunicazione del Presidente del Consiglio Comunale, Aldo Zazzera, le commissioni comunali permanenti «per effetto del regolamento – spiega la dottoressa Anglana – sono validamente costituite con la comunicazione del Presidente del Consiglio Comunale».

Tuttavia, la presidenza e la vicepresidenza devono essere necessariamente votate entro dieci giorni dalla comunicazione in Consiglio Comunale.

«Mi auguro che questa profonda discussione produca effetto. In questa teoria delle commissioni consiliari – ha asserito il Primo Cittadino – spero questa discussione generi dei risultati, perchè sono in consiglio comunale da molto tempo, forse anche troppo (preludio di un possibile suo nuovo impegno politico?! come si vocifera negli ambienti politici locali), però delle commissioni consiliari, da quando ricordo io, non si è mai parlato di una rideterminazione. Ci stiamo preoccupando di distinguere chi sia di maggioranza o di minoranza, ma c’è qualcuno che ricorda – nella mia amministrazione, ma ovviamente non valeva solo per la mia – quanti consiglieri comunali di maggioranza non hanno votato provvedimenti, si sono dichiarati autosospesi o fuori dalla maggioranza? C’è qualche consigliere comunale che ha chiesto di ridisfare le commissioni, alla luce della modifica dei consiglieri comunali che nel corso della legislatura hanno modificato il loro apporto politico alla maggioranza? – avanza Romani – Perché se questa cosa vale adesso, la comprendo, ma non comprendo perchè non sia stata valida anche quando questo è già successo».

Come si è espresso il Consiglio Comunale sul riconoscimento dei debiti fuori bilancio e la sdemanializzazione
Mentre il “Riconoscimento debito fuori bilancio ex art. 194, comma 1, lett. a), del D.Lgs. n. 267/2000 derivante da sentenze esecutive liquidate dal Dirigente dell’A.O. IV” è stato approvato all’unanimità dei presenti e il “Riconoscimento debiti fuori bilancio per parcelle professionali difensori esterni I° gruppo 2013” altrettanto, ma con l’astensione del Consigliere Papio, la discussione sull’ultimo punto all’ordine del giorno “Sdemanializzazione relitto stradale ubicato in contrada Impalata e successiva alienazione” è stata rimandata per meglio approfondirlo e «verificare la fascia di rispetto, partendo dal ciglio stradale».

Alle 22.00, quando sono terminati i lavori, il Presidente Zazzera ha dichiarato sciolta la seduta consiliare.

997 Visite totali, 2 visite odierne

Redazione The Monopoli Times
"The Monopoli Times, la nuova frontiera dell'informazione" - www.monopolitimes.com Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Bari R.G. 4349/2014 Reg. Stampa 33
http://www.monopolitimes.com