AP Monopoli da sogno

AP Calimera 8I rossoneri di coach Alba hanno chiuso a + 50 un match casalingo nel quale la differenza tra i due roster era palese sin dai primi secondi di gioco
Un incontro avvincente, che ha divertito e rapito l’attenzione dei tanti tifosi di entrambe le squadre, che hanno diviso amichevolmente gli spalti.
Dopo un primo avvio con brio del Calimera, l’AP ha subito frenato gli entusiasmi iniziali, impostando ed imponendo il suo gioco.
Dai primi canestri la situazione era pressoché evidente: l’AP non avrebbe concesso spazi di manovra agli ospiti del Calimera, in quanto la difesa rossonera bloccava inesorabilmente sia alla tre quarti e sia sotto canestro ogni tentativo di punti.
Infatti, mentre il quintetto di casa si alternava macinando canestri da tre punti con estrema facilità, le scorrerie di Calabretto, Cipulli e Liuzzi aprivano i varchi nella difesa avversaria per gli altri compagni.
Il primo quarto si è chiuso così 27 – 12, sotto il martellante incalzare dei tiri da tre punti.
Nel secondo quarto, l’AP ha consolidato il punteggio, perforando più volte la difesa del Calimera, segnando dalla linea dei 3 punti con facilità e bloccando qualsiasi tentativo di reazione da parte degli ospiti. Sono andati negli spogliatoi con il punteggio 54 – 25.
Al rientro, la storia si è ripetuta. A senso unico: attacco martellante, difesa quasi impenetrabile, assalti continui e canestri a ripetizione. L’AP ha concesso pochissimo al Calimera che ha perso la concentrazione e la lucidità. Il terzo quarto si è concluso 79 – 34.
Nell’ultimo quarto, si sono chiusi definitivamente i giochi. I monopolitani capeggiati da Brunetti hanno demolito le ultime difese degli ospiti. La corazzata rossonera ha travolto il Calimera con un pesante 96 – 46.
Il Calimera non è riuscita a contenere l’impeto di Calabretto, Gentile P., Brunetti, Cipulli, Allegretti, Liuzzi, Laviola, Alba, Gentile M. e Pace.
Una prestazione magistrale, dunque, per la corazzata monopolitana che ha tirato fuori parte del suo potenziale, fermando ogni accenno di reazione della squadra ospite.
Un’importante risultato per coach Alba, che sta formando una squadra che cresce e che consolida le basi per un gruppo forte e maturo, dalla mentalità vincente, senza dimenticare l’umiltà e la concretezza.
L’AP ora deve dividersi il terzo posto in classifica, ad 8 punti, con Mens Sana Mesagne, U.S. San Pietro A.S.D., in attesa del prossimo incontro sul difficile parquet del Libertas Altamura.

Ufficio Stampa
Ruben Rotundo

898 Visite totali, 2 visite odierne

Redazione The Monopoli Times

http://www.monopolitimes.com

"The Monopoli Times, la nuova frontiera dell'informazione" - www.monopolitimes.com Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Bari R.G. 4349/2014 Reg. Stampa 33