Rotondo commenta il “gioco dei rifiuti”

antonio rotondoLa nota dell’ex Assessore all’Ambiente che precisa: «continuerò a far parte della maggioranza»

Gli amministratori della Città di Monopoli in questi giorni stanno giocando al “gioco dei rifiuti”: ognuno dice la sua e tutti si sono riscoperti portatori della soluzione magica per risolvere tutti i problemi sul tappeto.
Dopo tanto silenzio, anche sulla scorta delle ultime decisioni e degli ultimi provvedimenti assunti, ritengo necessario fornire il mio parere, non fosse altro per il fatto che per 5 anni mi sono occupato in prima persona della questione.
“Gestione transitoria del servizio di igiene urbana. Atto di indirizzo”: questo ha approvato la Giunta Comunale nella sua ultima riunione. E la domanda nasce spontanea: perché? Si è detto: occorre dare indirizzo al Comandante Palumbo per il nuovo appalto di gestione transitoria; va bene, ma perché lo si fa quando la gara d’appalto è già partita, quando mancava solo un giorno alla chiusura dei termini per la presentazione delle offerte e l’apertura delle buste è imminente? Si sono dati degli indirizzi: peccato che tutto quanto si vuole in realtà sia già ampiamente contenuto nel disciplinare redatto dagli uffici. Più che approvare una delibera non era meglio occupare il tempo leggendosi il disciplinare (avremmo evitato un atto sostanzialmente inutile) o trovare le somme necessarie per la realizzazione del centro comunale di raccolta? A tal proposito va sottolineato che la Regione Puglia ha già scritto al Comune di Monopoli chiedendo lo stato dell’arte e non è irrealistico pensare di perdere i circa 150 mila euro di finanziamenti ottenuti! Per questo preannuncio sin d’ora che in occasione del prossimo consiglio comunale di approvazione del Bilancio di Previsione presenterò un emendamento ad hoc. Inoltre, consiglio di predisporre un progetto per partecipare al bando del Ministero dell’Ambiente.
Leggo in una delle tante note del già consigliere comunale Giuseppe Frangione che tutta la maggioranza era d’accordo, ma ciò non è vero perché chi scrive nelle due riunioni di maggioranza, ha evidenziato tutti i dubbi e le perplessità. Anche perché in quegli incontri più del tipo di servizio da dare alla città, si è parlato di che tipologia di gara effettuare. Nella seconda riunione ho detto a chiare lettere di non condividere la linea e di adeguarmi solo per spirito di maggioranza, visto che c’era già una seduta del consiglio comunale del 21/12/2010 dal quale prendere spunto. Ma qualcuno allora pur facendo parte della maggioranza ahimè era assente. (A chi si riferisce?)
Anche il centrosinistra oggi come allora parla e scrive di ecologia, lasciandomi davvero sbigottito.
Infatti mi è bastato leggere il documento politico sul piano dei rifiuti per prendere atto che ancora una volta dimostrano tutta la loro strumentalizzazione e faziosità. Si fanno affermazioni assolutamente false come quando si fa riferimento al contratto Aimeri, scrivendo che il costo del servizio è pari ad Euro 8.800.000,00 quando in realtà il costo base d’asta era di euro 7.700.000,00 con un ribasso del 2,4%.
Altra falsità è quando si afferma che l’Amministrazione Comunale avrebbe offerto Euro 2.000.000,00 all’Aimeri. Dichiarazioni che dimostrano come l’opposizione non sia a conoscenza di quel capitolato.
Ignoranza confermata quando non si parla a mio avviso volutamente di porta a porta o di tracciabilità dei rifiuti e quant’altro. Al centrosinistra consiglio vivamente che per diventare credibili e propositivi sarebbe opportuno presentare una proposta analitica e concreta, corredata di un quadro economico dal quale si evinca il costo del servizio. Altrimenti sono solo parole parole parole!

Dopo averlo fatto nelle sedi competenti manifesto oggi pubblicamente tutto il mio dissenso sugli atteggiamenti di molti componenti della maggioranza di governo (e in particolare del mio movimento “Con Romani Sindaco – UDC” e del mio segretario politico). Maggioranza, è bene ribadirlo, di cui pur faccio parte e continuerò a far parte. Purtroppo queste mie perplessità e suggerimenti, frutto di un’esperienza acquisita sul campo, li ho esternati al mio segretario, il quale però ad un membro del suo partito ha preferito il delegato all’Ecologia. Probabilmente saranno state le dichiarazioni che
quest’ultimo ha rilasciato il 22 ottobre o i timori connessi all’ottenimento dei voti necessari in relazione alle prossime scadenze di consiglio in cui approveremo il bilancio. Ma come sempre, il tempo è galantuomo.
In conclusione vorrei fare i miei complimenti agli impegni istituzionali dell’assessore Copertino del 28 ottobre che gli hanno impedito di approvare la delibera.
Buona differenziata a tutti.

Antonio Rotondo
Consigliere Comunale

1,145 Visite totali, 2 visite odierne

Redazione The Monopoli Times

http://www.monopolitimes.com

"The Monopoli Times, la nuova frontiera dell'informazione" - www.monopolitimes.com Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Bari R.G. 4349/2014 Reg. Stampa 33