pesce spada

Durante un controllo di polizia marittima, finalizzato alla repressione della pesca illegale di specie ittiche soggette a rigorosa protezione comunitaria ed internazionale, all’alba di oggi personale del Nucleo Vigilanza Pesca della Direzione Marittima, nel corso di mirate verifiche nel porto di Monopoli, ha proceduto ad ispezionare una unità da pesca.

Nelle celle frigo di un peschereccio, iscritto nei Registri tenuti dall’Ufficio di Monopoli, erano stivati circa 110 kg di pesce spada pescati in violazione delle vigenti norme che prevedono la sospensione delle catture finalizzata al ripopolamento delle pregiata specie.

Sono state elevate sanzioni amministrative per un importo di 12.000 euro irrogando quale ulteriore sanzione 7 punti di infrazione alla licenza di Pesca della unità contravvenzionata e 7 punti di infrazione al marittimo imbarcato con funzione di Comandante della medesima unità da pesca.

Il personale del Nucleo operante ha sottoposto a sequestro amministrativo gli esemplari di pesce spada che, preventivamente visitati da medici veterinari dell’ASL ai fini della commestibilità del prodotto, sono stati donati in beneficenza ad Istituti caritatevoli e di beneficenza di Monopoli e Bari.

Le azioni di controllo, lungo l’intero litorale pugliese, continueranno anche nei prossimi giorni.

774 Visite totali, 2 visite odierne